Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Per diffondere musica nel negozio non basta pagare la licenza a SIAE

Il .

Diritto d'autore
ANNALISA SPEDICATO

Condannato penalmente chiunque diffonde musica nel proprio negozio non versando i diritti connessi, anche se poi sana la violazione sottoscrivendo la licenza con SCF. Questo ha deciso la Cassazione con la sentenza n. 34172/2017, confermando la condanna della Corte d’Appello di Trento a carico del titolare di due negozi, il quale aveva diffuso musica nei propri locali commerciali, pagando solo i diritti d’autore a SIAE e non quelli connessi alla SCF (Società Consortile Fonografici).

Stampa

Isgrò come Da Vinci?

Il .

Diritto d'autore
VALENTINA GAZZARRI

Il 15 giugno 2017, il celebre artista Emilio Isgrò ha ottenuto un provvedimento cautelare favorevole da parte del Tribunale di Milano (R.G. n.29032/2017). Con tale decreto è stata sospesa fino al 27 giugno 2017 la vendita del disco, sia in formato fisico che digitale, realizzato dall’ex leader dei Pink Floyd Roger Waters. L’udienza dibattimentale è stata rinviata al 19 luglio 2017. Nel frattempo, le parti avranno potuto negoziare le condizioni per l’eventuale raggiungimento di un accordo transattivo.

Stampa

Remaking "La dolce vita"

Il .

Diritto d'autore
LORENZO ATTOLICO

Nella storia del cinema mondiale, uno dei periodi più importanti è senz'altro rappresentato dal cosiddetto neorealismo italiano. Maestri come Fellini, Rossellini e De Sica e film come "La dolce vita", "Sciuscià" e "Ladri di biciclette", infatti, hanno rappresentato uno dei momenti più alti della creatività dell'arte cinematografica di tutti i tempi.

Stampa

Pubblicato l’International Property Rights Index 2017

Il .

Proprietà intellettuale

E' stato presentato a Washington l'International Property Rights Index 2017, lo studio realizzato dalla Property Rights Alliance che misura la tutela della proprietà intellettuale, interessando 127 Paesi che rappresentano complessivamente il 98% del PIL mondiale ed il 94% della popolazione mondiale. 

Stampa

Accordo UE-Giappone: crescita dell’export europeo, consolidamento dei diritti IP, estensione dei prodotti agricoli di elevata qualità tutelati

Il .

proprietà intellettuale

L’Unione Europea ed il Giappone si sono accordati, dopo una lunga trattativa, sugli elementi principali di quello che sarà il più importante accordo commerciale bilaterale finora mai concluso dall'UE. L'annuncio del raggiunto accordo è stato comunicato, il 6 luglio scorso, dal presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, insieme al presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, ed al primo ministro del Giappone, Shinzo Abe, durante il vertice UE-Giappone.

Stampa

Pirateria informatica: elusione delle misure tecnologiche di protezione a tutela del diritto d'autore

Il .

diritto di autore

L'art. 171-ter, comma 1, lett. f-bis, L. n. 633 del 1941, sanzionando una serie di comportamenti la cui prevalente finalità è quella di eludere o di rendere possibile o facilitare l’elusione delle misure tecnologiche, che siano efficaci, destinate, nel normale corso del loro funzionamento, ad impedire o limitare atti non autorizzati dai titolari dei diritti, anticipa la soglia dell'intervento repressivo anche alle condotte precedenti rispetto a quelle di effettiva fruizione abusiva delle opere dell'ingegno.

Stampa

Casa Montorsi vince contro AIA dinanzi al Tribunale UE: l’accordo di coesistenza sottoscritto dalle due aziende riguarda unicamente i titoli italiani

Il .

marchi
Tags: marchi ue

Il Tribunale dell’Unione Europea ha confermato l’interpretazione fornita dall’EUIPO dell’articolo 53, paragrafo 3, del regolamento n. 207/2009 (corrispondente all’art. 60, paragrafo 3, del regolamento n. 2017/1001 nella versione codificata del regolamento sul marchio UE), secondo il quale tale disposizione, che disciplina l’accordo di coesistenza fra marchi, ha carattere derogatorio e deve dunque essere interpretata restrittivamente.

Stampa

Cerchi in lega e clausola di riparazione: la BMW ricorre al regolamento preventivo di giurisdizione per bloccare l’accusa di abuso di posizione dominante e concorrenza sleale

Il .

disegni o modelli

La Corte di Giustizia UE si è pronunciata in merito ad una controversia sulla determinazione del giudice competente a conoscere di un’azione proposta dall’Acacia s.r.l. nei confronti della BMW, al fine di ottenere una sentenza di accertamento negativo di contraffazione di disegni e modelli comunitari registrati di cui è titolare la BMW riguardanti cerchi in lega per ruote di automobili, nonché di accertamento di atti di abuso di posizione dominante e di concorrenza sleale da parte della BMW.